fbpx

Come compilare la pratica ENEA per la sostituzione della caldaia

INDICE

La pratica ENEA è una comunicazione obbligatoria per accedere all’Ecobonus, che deve essere compilata dai beneficiari dell’incentivo o dalle imprese che effettuano i lavori per interventi di risparmio energetico e/o di ristrutturazione.

L’ENEA è l’Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile e ha il compito di controllare interventi di questo tipo.

In precedenza, l’invio di questa pratica era solo per l’ecobonus, ma a partire dal 2018, lo è anche per il bonus ristrutturazione, ma solo per quegli interventi che hanno l’obiettivo di ridurre i consumi energetici. Inoltre, va inviata anche per la parte Eco del Superbonus 110%.

Il documento va anche stampato, firmato e conservato ed esposto in caso di eventuali controlli dell’Agenzia delle Entrate.

 Pratica ENA: quando presentarla?

La comunicazione ENA va presentata entro 90 giorni dopo il termine dei lavori ma, ogni anno, le tempistiche subiscono delle modifiche.

Nel 2022, la piattaforma digitale per l’invio della pratica è stata attivata dal 1 aprile, per cui, chiunque abbia terminato i lavori prima, doveva comunque calcolare i 90 giorni a partire da quella data, poiché prima non era possibile effettuare l’invio.

Sostituzione caldaia invio pratica ENEA

Per poter ottenere la detrazione o cessione del credito per la sostituzione di generatori di calore esistenti con caldaia e condensazione, pompe di calore e sistemi ibridi è obbligatorio fare la comunicazione ENA.

La prima cosa da fare è registrarsi a questo link: https://detrazionifiscali.enea.it/ utilizzando lo SPID e decidere in quali vesti inviare la comunicazione:

  • Beneficiario: comunicare solo gli interventi per i quali si usufruisce della detrazione fiscale in prima persona
  • Intermediario: da scegliere se si agisce come soggetto che invia la comunicazione per conto di un cliente o una società.
  • Asseveratore: tecnico abilitato a inviare le asseverazioni del Superbonus 110%

Terminata la procedura di registrazione, bisogna fare il login e scegliere se si vuole inviare la comunicazione per l’Ecobonus o il Bonus Casa.

Seguendo le istruzioni a schermo, andranno poi inserite le seguenti informazioni:

  • Dati anagrafici
  • Dati dell’immobile su cui è stato effettuato l’intervento
  • Dati dell’intervento (Descrizione breve dell’edificio, tipo di intervento e descrizione dell’impianto termico già esistente).

Tutte le informazioni sull’impianto termico e la caldaia sono presenti nel libretto del dispositivo.

Bisogna poi indicare le informazioni riguardanti il tipo di generatore sostituito (caldaia a condensazione, caldaia standard) a bassa temperatura e la sua potenza.

Per la nuova caldaia viene chiesto il rendimento utile al 100% della potenza utile nominale e se sarà usata solo per il riscaldamento o anche per produrre acqua calda sanitaria.

Infine, va inserita l’efficienza energetica stagionale del riscaldamento d’ambiente ( in %) e quella del riscaldamento dell’acqua (in %) e il tipo di alimentazione della caldaia (metano, gasolio o GPL).

Verifica e invio pratica ENEA per la sostituzione caldaia

Dopo aver inserito tutti i dati, prima della conferma, viene mostrata una schermata che indica la spesa sostenuta e la detrazione spettante.

Bisogna indicare la quota della parte della spesa sostenuta per i professionisti, sarà ENEA a fare il calcolo del risparmio energia.

L’ultima schermata è quella che mostra una scheda descrittiva di anteprima: bisogna verificare che tutti i dati inseriti sono corretti, poi confermare e inviare.

Stampare la scheda descrittiva e chiedere l’invio della ricevuta alla mail inserita in uno dei passaggi precedenti. La documentazione va conservata per 10 anni.

In caso di errore è possibile modificare la scheda, oppure, annullarla e inviarla di nuovo.

 

Condividi questo Post!

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email