fbpx

Perdita di pressione della caldaia: cause e rimedi

INDICE

La caldaia che perde pressione, in particolare durante l’inverno, è un problema importante, che impatta negativamente sul comfort domestico.

La perdita di pressione porta a un calo delle temperatura e, di conseguenza, diventa impossibile riscaldare gli ambienti e farsi la doccia.

Per riportare tutto nelle condizioni normali, bisogna intervenire tempestivamente, individuare le cause che provocano la perdita di pressione della caldaia e i rimedi più efficaci per risolvere il problema.

Uno dei motivi più frequenti che provocano il calo di pressione è la perdita d’acqua della caldaia, per cui il primo controllo andrà effettuato sull’apparecchio.

Perché la caldaia perde pressione?

Il verificarsi di questa condizione porta la pressione a zero o sotto 1 bar, per far ripartire subito la caldaia, bisogna aprire il rubinetto di carico presente sotto il dispositivo e riportare la pressione sul manometro tra 1 e 1.5 bar. Dopodiché, chiudere il rubinetto.

Questo è un rimedio per risolvere il problema nell’immediato. ma se il calo di pressione continua a verificarsi, è necessario fare un’analisi più approfondita delle cause e delle soluzioni attuabili.

Causa 1: vaso di espansione

Una prima causa del calo di pressione può essere attribuibile al vaso di espansione. Il tecnico effettua una verifica utilizzando un manometro per accertarsi che il vaso sia carico. In caso contrario, lo svuota e lo riporta alla pressione di carico iniziale.

Se dopo questo intervento, il problema si verifica nuovamente, il vaso andrà sostituito.

Causa 2: valvola di sicurezza

La valvola di sicurezza, dopo essere entrata in azione, può restare bloccata e iniziare ad avere delle perdite di acqua, talvolta anche vistose, che comportano una riduzione della pressione.

Per risolvere, bisogna far fare uno scatto alla valvola di scarico, se anche dopo questa operazione, quella di sicurezza continua a perdere, allora sarà necessario sostituirla.

Causa 3: perdita dei radiatori

Se c’è una perdita nei radiatori è possibile che si verifichi l’abbassamento della pressione della caldaia.

L’impianto id riscaldamento è a circuito chiuso, se l’acqua al suo interno si perde, bisogna sistemare il problema e poi reintegrarla.

È quindi necessario controllare che non ci siano perdite in prossimità dei radiatori, in caso contrario, provare a stringere le valvole. Se la perdita, così come il calo di pressione della caldaia, continua, allora bisognerà sostituirle del tutto.

Causa 4: perdita nei tubi

Altro problema che crea l’abbassamento della pressione della caldaia è la presenza di perdite nei tubi dell’impianto di riscaldamento.

A volte si tratta di micro perdite, difficili da individuare. Il primo controllo da fare è quello di osservare il collettore dell’impianto di riscaldamento e accertarsi che non ci siano perdite.

Se non ce ne sono, probabilmente la perdita è nei tubi sotto il pavimento, solo un tecnico saprà individuare il punto preciso dove intervenire.

Causa 5: termosifoni

Anche la presenza di bolle all’interno dei termosifoni possono creare problemi di pressione alla caldaia e comprometterne il funzionamento generale.

In questo caso, bisogna agire per far sfiatare le valvole di ogni termosifone, facendo fuoriuscire l’aria. Con questa semplicissima operazione la caldaia tornerà a funzionare bene.

Come abbiamo visto, le cause della perdita di pressione della caldaia sono molteplici, ed è importante riuscire a individuare correttamente il problema.

Consigliamo, in tutti i casi, di rivolgersi a una ditta specializzata in termoidraulica, che potrà fare i vari controlli sull’impianto e risolvere il guasto. Contattaci se hai bisogno di un tecnico specializzato.

Condividi questo Post!

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email